Benefit Esclusivi
Solo prenotando dal nostro sito
Benefit Esclusivi
Solo prenotando dal nostro sito
Prenota Ora!
  • Aperitivo di benvenuto
  • Miglior tariffa garantita

I Magazzini del sale a Cervia

Tappa imperdibile del turismo a Cervia, sono i Magazzini del sale, due particolari strutture che in termini moderni si definirebbero “industriali”, proprio perché adibite in tempi non molto antichi alla lavorazione del cosiddetto “oro bianco” , il sale appunto.
I Magazzini del sale sono facilmente raggiungibili dal nostro hotel a Cervia a piedi o con i mezzi urbani, e sono accessibili a disabili.
Quali sono e dove si trovano
Anticamente le saline erano la vera risorsa di questo territorio odiernamente più orientato ai servizi turistici, tanto che la maggior parte degli abitanti del posto erano salinari. I due edifici, il Magazzino Torre ed il Magazzino Darsena, sorgono nel centro storico di Cervia, ai lati del Porto Canale, arteria fondamentale per la vita economica della città, ed ancora oggi mantengono intatto il loro aspetto, nonostante abbiano dismesso la loro funzione di depositi sicuri per il sale estratto dalle saline.
Il trasporto del sale a Cervia
Era qui infatti che l’”oro bianco” veniva raccolto dopo avere attraversato il Porto Canale di Cervia a bordo delle burchielle, imbarcazioni a fondo piatto capaci di trasportarne fino ad 80 quintali per viaggio, all’interno di edifici di mattoni e argilla collegati da un ponte di ferro.
I Magazzini del sale di Cervia erano in grado di contenere, assieme, fino a 230.000 quintali di prodotto, e questo rende l’idea di quanto importanti fossero per l’economia della zona. Gli edifici testimoniano la storia antica e moderna della città: il Magazzino Darsena è stato costruito con materiali recuperati dalla città vecchia, invece il Magazzino Torre rappresenta la nascita della città nuova.
Una visita al Museo del sale a Cervia
Il Magazzino Torre, in particolare, ospita una curioso allestimento, infatti al suo interno è possibile visitare il Museo del Sale, Musa. Grazie a percorsi multimediali, audiovisivi, immagini e plastici, ci si immerge nel mondo dei salinari, di cui rimangono molti utensili e soprattutto la famosa “burchiella”, in un esemplare perfettamente conservato.